Cromo

Area Stampa

SALDI: COMUNICATO STAMPA FEDERAZIONE MODA ITALIA CONFCOMMERCIO

03/07/2015 10.12.11

SALDI: COMUNICATO STAMPA FEDERAZIONE MODA ITALIA CONFCOMMERCIO

In vista dell'avvio dei saldi, previsto in pressoché tutta Italia per sabato 4 luglio 2015, pubblichiamo il Comunicato stampa con le dichiarazioni del Presidente di Federazione Moda Italia, Renato Borghi, a commento delle stime elaborate dall'Ufficio Studi di Confcommercio e Federazione Moda Italia secondo le quali ogni famiglia spenderà in media per l'acquisto di articoli di abbigliamento e calzature in saldo circa 230 euro (98 euro a persona) per un valore complessivo intorno ai 3,6 miliardi di euro.

Le vendite estive rappresentano sempre un momento di richiamo per le famiglie, anche se negli ultimi anni la quota destinata a questo tipo di acquisto si è ridotta costantemente in linea con le esigenze di un bilancio familiare condizionato da un calo del reddito disponibile.

"Dopo l'ingorgo fiscale di giugno - afferma Renato Borghi, presidente di Federazione Moda Italia e vicepresidente di Confcommercio - è finalmente stagione di saldi. Secondo le nostre stime, i consumatori italiani tenderanno sostanzialmente a confermare i budget dell'anno scorso, anche se con piccoli assestamenti al rialzo. Speriamo, però, che ai maggiori ordinativi effettuati da molti nostri operatori, soprattutto nelle città più turistiche in previsione dell'Esposizione Universale, possano corrispondere maggiori acquisti da parte della clientela straniera, amante del bello e del made in Italy, che – auspichiamo – raggiungerà l'Italia anche per vivere l'EXPO. I saldi – continua Borghi – continuano ad intercettare l'attenzione dei consumatori italiani e stranieri. E rappresentano un banco di prova anche per gli operatori commerciali che arrivano a questo appuntamento sfiancati da sette anni di contrazioni di fatturati e da marginalità sempre più risicate. Per favorire la migliore relazione con i turisti, Federazione Moda Italia–Confcommercio ha realizzato e messo a disposizione delle aziende lo Slang della Moda – www.slangdellamoda.it, un dizionario in formato cartaceo e on line con la traduzione in italiano, francese, inglese, russo e cinese dei termini tipici della moda".

 

RENATO BORGHI: MALE I RICAVI, MA EXPO RESTA GRANDE

02/07/2015 14.46.41

RENATO BORGHI: MALE I RICAVI, MA EXPO RESTA GRANDE

Su AgielleNews (http://www.agiellenews.it/articolo/agielle-borghi-federazionemodaitalia-male-i-ricavi-ma-expo-resta-grande/23937) è stata pubblicata la dichiarazione di Renato Borghi, Presidente di Federazione Moda Italia ed esponente di spicco di Confcommercio, dopo la denuncia relativa alle difficoltà dei ristoratori milanesi sull'indotto Expo: «I sondaggi effettuati da Federazione Moda Italia su imprenditori Associati confermano che non c'è stato un apporto, in termini di ricavi, da parte di Expo. Qualcuno aveva quindi pesantemente sovrastimato l'indotto previsto. Ma gli imprenditori continuano ad esprimere grande consenso alla manifestazione. Nulla neppure il rilievo negativo dal punto di vista dei ricavi, può incrinare l'orgoglio che sia Milano ad avere pensato e ad ospitare Expo, che è stata ideata per qualcosa di molto più grande della mera economia. Sono orgoglioso della mia città, di Sala e di tutti coloro che lavorano in Expo. Il mio giudizio definitivo dipenderà dalla capacità di Expo di dare risposte concrete al nobile tema della manifestazione e cioè se indicherà soluzioni utili a scalare la montagna di diseguaglianza del nostro pianeta». 

FEDERAZIONE MODA ITALIA: AL VIA I SALDI, ECCO LA APP PER TROVARE IL NEGOZIO GIUSTO

01/07/2015 13.30.55

FEDERAZIONE MODA ITALIA: AL VIA I SALDI, ECCO LA APP PER TROVARE IL NEGOZIO GIUSTO

Su Il Giornale del 1° luglio 2015 è stato pubblicato un articolo dal titolo “Via ai saldi, ecco la app per trovare il negozio giusto” sull'iniziativa di Federazione Moda Italia www.ModApp.it . Per il Segretario Generale di Federazione Moda Italia, Massimo Torti: «Quest'estate è una stagione fondamentale per il commercio. Ce la stiamo mettendo proprio tutta per trasformare il rito collettivo dell'acquisto. Siamo usciti con modapp.it una geolocalizzazione dei negozi più vicini che il turista può visualizzare sul suo cellulare. Un piccolo “più” di risalità c'è stato fino a questo momento, ma è troppo piccolo. I saldi ci daranno maggior forza per gli acquisti dell'autunno. Lo stile di vita della gente sta subendo una mutazione». All'acquisto compulsivo e totalizzante sta subentrando una scelta consapevole e soprattutto alla ricerca del capo di nitida qualità, che non dia solo una soddisfazione momentanea ma un piacere che duri nel tempo, come una sicurezza che in giro non si sente più. Abbigliamento, calzature e pelletteria saranno come sempre i due luoghi del desiderio dei milanesi e dei turisti. Con la nuova app disponibile sui telefonini i turisti avranno la pos sibilità di disporre di una guida sem pre aggiorna ta non solo per i padiglioni di Expo ma anche in città. Per Gabriel Meghnagi, Presidente di Ascobaires, l'Associazione dei commercianti di corso Buenos Aires: «L'anno scorso abbiamo registrato un più 4 in estate e un più 12 in inverno. Quest'anno vista l'Expo mi aspetto un più 10 anche durante i saldi estivi». La stagione dei saldi estivi che inizia con una notte bianca il 4 luglio, primo giorno di ribassi, e ripete la nottata il 15 luglio, data in cui i ribassi si intensificano. Lungo il grande corso dello shopping vetrine illuminate fino a mezzanotte. Per il Presidente dell'Associazione di Via Monte Napoleone, Guglielmo Miani: «Credo che avremo molta soddisfazione dalla clientela affezionata, consapevole che quest'anno i capi sono davvero ottimi per Expo, ma anche da quella straniera, gli asiatici soprattutto, che hanno già fatto buone prenotazioni negli alberghi. Tutto quanto accade in giro per il mondo sta facendo riflettere le persone, che mancano del brio dell'acquisto. Mi auguro che i saldi riportino il tono di una volta». Si sa che il periodo delle svendite non è banalmemte una passeggiata di diporto ma un segno di psicologia di massa, ma ora sono i commercianti stessi a dichiararlo, come Cinzia Buzzo, Presidente di Asco Belfiore, che sta cercando insieme ad altri colleghi, come Rosangela Bistolfi, Presidente di Asco De Angeli, di infondere vitalità con una notte bianca il 9 luglio.

Slang della Moda

27/06/2015 16.14.53

SLANG DELLA MODA: LA PAROLA DELLA SETTIMANA DE LO SLANG DELLA MODA E' : LINEA

La parola de “Lo Slang della Moda” della settimana è: LINEA (DI ABITO).

In inglese: CUT.

In francese: LIGNE.

In russo: ЛИНИЯ, КОНТУР 

In cinese (mandarino): 裙线.

È on line la versione web de “Lo Slang della Moda” ( www.slangdellamoda.it ) con la possibilità per gli utenti di tradurre i termini tipici della moda dall'italiano all'inglese, francese, russo e cinese (mandarino). Lo “Slang della Moda” è un piccolo dizionario illustrato con i più comuni termini e neologismi creati proprio nell'ambito della moda. Uno strumento, realizzato in vista di EXPO 2015 da Federazione Moda Italia, con il contributo del Comune di Milano e di Regione Lombardia, di grande utilità per diffondere la cultura del bello e del Made in Italy nel mondo, immaginato per gli operatori del dettaglio moda, per gli addetti alle vendite che approcciano clienti stranieri e per i turisti stranieri stessi. Per informazioni su “Lo Slang della Moda” contattare gli Uffici di Federazione Moda Italia (info@federazionemodaitalia.it oppure tel. 02.76015212).

CONTRAFFAZIONE: CAMPAGNA DEL MINISTERO IN 20 CITTA. RENATO BORGHI: BENE LE INIZIATIVE CONTRO ABUSIVISMO E CONTRAFFAZIONE TUTTO LANNO

23/06/2015 18.24.30

CONTRAFFAZIONE: CAMPAGNA DEL MINISTERO IN 20 CITTA'. RENATO BORGHI: BENE LE INIZIATIVE CONTRO ABUSIVISMO E CONTRAFFAZIONE TUTTO L'ANNO

Con l'arrivo dell'estate, il ministero dello Sviluppo Economico intensifIca la lotta alla contraffazione e lancia nuove iniziative per sensibilizzare i cittadini sulle conseguenze del mercato del falso e favorire la tutela della Proprietà Industriale. In collaborazione con le associazioni dei consumatori appartenenti al Consiglio nazionale dei Consumatori e degli Utenti, l'Ufficio Italiano Brevetti e Marchi del Mise ha organizzato il Tour estivo itinerante “Io sono originale” in partenza da Torino il 24 giugno. Fino al 7 agosto, un pick up toccherà 20 città italiane da nord a sud. Al road show verrà affiancata, tra fine giugno e luglio, una campagna di marketing attraverso azioni di flash mob, green marketing e punti in sei località: Milano, Parma, Como, Viareggio, Brindisi e Marsala. Sul sito del Mise saranno pubblicati i nuovi vademecum relativi alle categorie merceologiche maggiormente bersaglio del mercato del falso: abbigliamento sportivo, calzature, informatica, occhialeria, oreficeria e pelletteria. I vademecum sono finalizzati a fornire le informazioni necessarie per effettuare acquisti consapevoli e non incappare in prodotti contraffatti. A commento dell'iniziativa il Presidente di Federazione Moda Italia, Renato Borghi, ha affermato: «Esprimo il nostro apprezzamento per tutti quegli interventi che vanno a sensibilizzare l'opinione pubblica sull'annoso problema della contraffazione e su quello corollario e non meno importante dell'abusivismo commerciale. Naturalmente è importante che questi interventi non si realizzino solo in coincidenza di periodi di vacanza, dove l'abusivismo commerciale, specie nelle spiagge, è alla luce del sole. Il mercato del falso, che sottrae - solo al dettaglio moda - 2 miliardi e 243 milioni di euro all'anno, deve essere contrastato sempre, in ogni periodo dell'anno, ed ovunque, nelle spiagge e sui lungomari così come nei mezzanini delle metropolitane, nei parchi come nei parcheggi». Maggiori informazioni su http://www.agiellenews.it/articolo/agielle-borghi-federazionemodaitalia-lotta-anti-contraffazione-mise-serve-tutto-l-anno/22910

 

RENATO BORGHI AL CENTERGROSS: MADE IN ITALY MOTORE DI UNA NUOVA CRESCITA ECONOMICA

17/06/2015 16.16.50

RENATO BORGHI AL CENTERGROSS: MADE IN ITALY MOTORE DI UNA NUOVA CRESCITA ECONOMICA

Il Presidente di Federazione Moda Italia, Renato Borghi, è intervenuto il 15 giugno 2015 presso il Centergross di Bologna al Convegno “Il Made in Italy motore di una nuova crescita economica”, cui hanno partecipato importanti nomi del mondo istituzionale, accademico ed imprenditoriali. L'incontro è stato aperto da Lucia Gazzotti, Presidente Centergross: «È particolarmente importante essere attivi e propositivi durante i mesi dell'esposizione di Milano che a sua volta costituisce una straordinaria occasione di visibilità per l'Italia e le sue aziende. Per noi è un'occasione epocale con 149 Paesi a un'ora di treno da qui». Per Pierferdinando Casini, Presidente della Commissione Affari esteri del Senato: «Assistiamo a un riassetto dell'economia. L'Italia non può competere sulla quantità e purtroppo lo può fare molto parzialmente anche sull'innovazione. Sicuramente può farlo con la qualità, rispondendo alla richiesta di qualità che nel mondo arriva da fasce sempre più grandi di popolazione». Per il Presidente di Federazione Moda Italia, Renato Borghi: in un contesto in cui il dettaglio moda non ha ancora sentito i flebili segnali di ripresa, il Made in Italy può rappresentare il motore di una nuova crescita economica. E' una reale potenzialità, una virtuale aspettativa, un auspicato riconoscimento del "Saper Fare" italiano". L'evento è stato moderato dal Prof. Giovanni Marseguerra, Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e Fondazione Centesimus Annus e vedrà  ed ha visto le relazioni del Prof. Fabrizio Pezzani, membro del Consiglio strategico SDA Bocconi – School of Management Università Bocconi e di Egeria di Nallo, docente di Sociologia presso la Facoltà di Scienze Politiche dell'Università di Bologna. Emma Tadei, Teddy SpA – imprenditrice del Centergross e membro del Consiglio di Amministrazione ha portato l'esperienza della sua azienda. Al convegno è seguita una partecipata sfilata (uomo, donna e bambino) sulla coillezione primavera - estate 2015, in linea con le tendenze del CenterGross. 

http://www.ansa.it/canale_expo2015/notizie/news/2015/06/15/centergross-riflessione-su-moda_c56316ec-07e1-4502-b172-0d8c3b56420c.html