Cromo
< torna alla lista

12/06/2020 09.37.37

DPCM 11 GIUGNO 2020: ULTERIORI MISURE URGENTI PER FRONTEGGIARE EMERGENZA COVID19

Sulla Gazzetta Ufficiale - Serie Generale n. 161 dell'11 giugno 2020 è stato pubblicato il DPCM dell'11 giugno 2020 contenente "Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, recante misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19, e del decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33, recante ulteriori misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19". Tali disposizioni si applicano (ex art. 11) dalla data del 15 GIUGNO 2020 fino al 14 LUGLIO 2020.
 
Si evidenziano, in particolare, le seguenti disposizioni per il settore moda:
 
Art. 1 - Misure urgenti di contenimento del contagio sull'intero territorio nazionale
1.
dd) le attività commerciali al dettaglio si svolgono a condizione che sia assicurato, oltre alla distanza interpersonale di almeno un metro, che gli ingressi avvengano in modo dilazionato e che venga impedito di sostare all'interno dei locali più del tempo necessario all'acquisto dei beni; le suddette attività devono svolgersi nel rispetto dei contenuti di protocolli o linee guida idonei a prevenire o ridurre il rischio di contagio nel settore di riferimento o in ambiti analoghi, adottati dalle regioni o dalla Conferenza delle regioni e delle province autonome nel rispetto dei principi contenuti nei protocolli o nelle linee guida nazionali e comunque in coerenza con i criteri di cui all'allegato 10. Si raccomanda altresì l'applicazione delle misure di cui all'allegato 11; 
 
Art. 2 - Misure di contenimento del contagio per lo svolgimento in sicurezza delle attività produttive industriali e commerciali
1. Sull'intero territorio nazionale tutte le attività produttive industriali e commerciali, fatto salvo quanto previsto dall'articolo 1, rispettano i contenuti del protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus covid-19 negli ambienti di lavoro sottoscritto il 24 aprile 2020 fra il Governo e le parti sociali di cui all'allegato 12... 
 
Art. 3 - Misure di informazione e prevenzione sull'intero territorio nazionale
Art. 4 - Disposizioni in materia di ingresso in Italia
Art. 5 - Transiti e soggiorni di breve durata in Italia
Art. 6 - Ulteriori disposizioni in materia di spostamenti da e per l'estero
Art. 7 - Disposizioni in materia di navi da crociera e navi di bandiera estera 
Art. 8 - Misure in materia di trasporto pubblico di linea
Art. 9 - Ulteriori disposizioni specifiche per la disabilità
Art. 10 - Esecuzione e monitoraggio delle misure
Art. 11 - Disposizioni finali
 

Allegato 9  - Linee guida per la riapertura delle attività economiche e produttive  della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome dell'11 giugno 2020 (20/95/CR1/COV19 - Nuovo coronavirus SARS-CoV-2 "Linee guida per la riapertura delle Attività Economiche, Produttive e Ricreative - Roma, 11 giugno 2020)
 
con particolare riguardo alla SCHEDA del COMMERCIO AL DETTAGLIO: 
Le presenti indicazioni si applicano al settore del commercio al dettaglio.
  1. Predisporre una adeguata informazione sulle misure di prevenzione.
  2. In particolar modo per supermercati e centri commerciali, potrà essere rilevata la temperatura corporea, impedendo l'accesso in caso di temperatura > 37,5 °C.
  3. Prevedere regole di accesso, in base alle caratteristiche dei singoli esercizi, in modo da evitare assembramenti e assicurare il mantenimento di almeno 1 metro di separazione tra i clienti.
  4. Garantire un'ampia disponibilità e accessibilità a sistemi per l'igiene delle mani con prodotti igienizzanti, promuovendone l'utilizzo frequente da parte dei clienti e degli operatori.
  5. Nel caso di acquisti con scelta in autonomia e manipolazione del prodotto da parte del cliente, dovrà essere resa obbligatoria la disinfezione delle mani prima della manipolazione della merce. In alternativa, dovranno essere messi a disposizione della clientela guanti monouso da utilizzare obbligatoriamente. 
  6. I clienti devono sempre indossare la mascherina, così come i lavoratori in tutte le occasioni di interazione con i clienti.
  7. L'addetto alla vendita deve procedere ad una frequente igiene delle mani con prodotti igienizzanti (prima e dopo ogni servizio reso al cliente).
  8. Assicurare la pulizia e la disinfezione quotidiana delle aree comuni.
  9. Favorire il ricambio d'aria negli ambienti interni. In ragione dell'affollamento e del tempo di permanenza degli occupanti, dovrà essere verificata l'efficacia degli impianti al fine di garantire l'adeguatezza delle portate di aria esterna secondo le normative vigenti. In ogni caso, l'affollamento deve essere correlato alle portate effettive di aria esterna. Per gli impianti di condizionamento, è obbligatorio, se tecnicamente possibile, escludere totalmente la funzione di ricircolo dell'aria. In ogni caso vanno rafforzate ulteriormente le misure per il ricambio d'aria naturale e/o attraverso l'impianto, e va garantita la pulizia, ad impianto fermo, dei filtri dell'aria di ricircolo per mantenere i livelli di filtrazione/rimozione adeguati. Se tecnicamente possibile, va aumentata la capacità filtrante del ricircolo, sostituendo i filtri esistenti con filtri di classe superiore, garantendo il mantenimento delle portate. Nei servizi igienici va mantenuto in funzione continuata l'estrattore d'aria
  10. La postazione dedicata alla cassa può essere dotata di barriere fisiche (es. schermi); in alternativa il personale deve indossare la mascherina e avere a disposizione prodotti igienizzanti per l'igiene delle mani. In ogni caso, favorire modalità di pagamento elettroniche

Allegato 10 - Criteri per Protocolli di settore elaborati dal Comitato tecnico-scientifico in data 15 maggio 2020
Allegato 11 - Misure per gli esercizi commerciali
Allegato 12 - Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro fra il Governo e le parti sociali
Allegato 16 - Misure igienico-sanitarie