Cromo
< torna alla lista
DA LUNEDI 15 MARZO 2021 NUOVA SUDDIVISIONE DELLITALIA IN FASCE DI RISCHIO E MISURE URGENTI PER FRONTEGGIARE I RISCHI SANITARI

14/03/2021 09.51.13

DA LUNEDI' 15 MARZO 2021 NUOVA SUDDIVISIONE DELL'ITALIA IN FASCE DI RISCHIO E MISURE URGENTI PER FRONTEGGIARE I RISCHI SANITARI

Il Ministro della Salute, Roberto Speranza, sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di Regia del 12 marzo 2021, ha firmato nuove Ordinanze che andranno in vigore a partire da lunedì 15 Marzo 2021.

Passano in area ROSSA le Regioni Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Veneto e la Provincia autonoma di Trento che si aggiungono a Campania e Molise che restano in area ROSSA.

A scadenza della vigente ordinanza, la Basilicata sarà in area ARANCIONE, a seguito della rettifica dei dati da parte della Regione. Bolzano passa in ARANCIONE per effetto dei dati aggiornati relativi all'incidenza.

I provvedimenti fanno salve eventuali misure più restrittive già adottate sui territori.

  1. Ordinanza ministeriale 12 marzo 2021 - Misure urgenti di contenimento e gestione dell'emergenza Covid-19 - Regioni Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Piemonte, Veneto
  2. Ordinanza ministeriale 12 marzo 2021 - Misure urgenti di contenimento e gestione dell'emergenza Covid-19 – Regione Puglia
  3. Ordinanza ministeriale 12 marzo 2021 - Misure urgenti di contenimento e gestione dell'emergenza Covid-19 - Regione Molise
  4. Ordinanza ministeriale 13 marzo 2021 - Minure urgenti di contenimento e gestione dell'emergenza Covid-19 - Regione Marche e Provincia autonoma di Trento

Si ricorda che da sabato 6 marzo a martedì 6 aprile 2021 è in vigore il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 2 marzo 2021 (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 62 del 13 marzo 2021) che detta le misure di contrasto alla pandemia e di prevenzione del contagio da COVID-19, in cui l'Allegato 23 elenca le attività di vendita di generi alimentari e di prima necessità (tra le altre: Commercio al dettaglio di confezioni e calzature per bambini e neonati; Commercio al dettaglio di biancheria personale; Commercio al dettaglio di articoli sportivi, biciclette e articoli per il tempo libero in esercizi specializzati; Commercio al dettaglio di articoli medicali e ortopedici in esercizi specializzati; Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato via internet, per televisione, per corrispondenza, radio, telefono) sia negli esercizi di vicinato sia nelle medie e grandi strutture di vendita, anche ricompresi nei centri commerciali, purché sia consentito l'accesso alle sole predette attività e ferme restando le chiusure nei giorni festivi e prefestivi.

Per effetto del Decreto-legge del 12 marzo 2021, alle Regioni in zona GIALLA nel periodo 15 marzo-6 aprile 2021 si applicano le stesse misure della zona ARANCIONE e nei giorni 3, 4 e 5 aprile 2021, sull'intero territorio nazionale, ad eccezione delle Regioni o Province autonome i cui territori si collocano in zona BIANCA, si applicheranno le misure stabilite per la zona ROSSA.

Nel dettaglio, il nuovo Decreto-Legge del 12 marzo 2021 contenente "Misure urgenti per fronteggiare i rischi sanitari connessi alla diffusione del COVID-19" prevede:

  1. dal 15 marzo al 2 aprile 2021 e nella giornata del 6 aprile 2021, nelle Regioni i cui territori si collocano in zona GIALLA si applicano le misure stabilite per la zona ARANCIONE.
  2. Dal 15 marzo al 6 aprile 2021, le misure stabilite per la zona ROSSA si applicano anche nelle Regioni individuate con ordinanza del Ministro della salute nelle quali l'incidenza cumulativa settimanale dei contagi è superiore a 250 casi ogni 100.000 abitanti.
  3. Dal 15 marzo al 6 aprile 2021, i Presidenti delle Regioni e delle Province autonome di Trento e Bolzano possono disporre l'applicazione delle misure stabilite per la zona ROSSA nonché ulteriori, motivate, misure più restrittive: a) nelle Province in cui l'incidenza cumulativa settimanale dei contagi è superiore a 250 casi ogni 100.000 abitanti; b) nelle aree in cui la circolazione di varianti di SARS-CoV-2 determina alto rischio di diffusività o induce malattia grave.
  4. Dal 15 marzo al 2 aprile 2021 e nella giornata del 6 aprile 2021, nelle Regioni nelle quali si applicano le misure stabilite per la zona ARANCIONE, è consentito, in ambito comunale, lo spostamento verso una sola abitazione privata abitata, una volta al giorno, in un arco temporale compreso fra le ore 5.00 e le ore 22.00, e nei limiti di due persone ulteriori rispetto a quelle ivi già conviventi, oltre ai minori di anni 14 sui quali tali persone esercitino la responsabilità genitoriale e alle persone disabili o non autosufficienti conviventi. Tale spostamento non è consentito nei territori nei quali si applicano le misure stabilite per la zona rossa.
  5. Nei giorni 3, 4 e 5 aprile 2021, sull'intero territorio nazionale, ad eccezione delle Regioni i cui territori si collocano in zona BIANCA, si applicano le misure stabilite per la zona ROSSA. Nei medesimi giorni è consentito, in ambito regionale, lo spostamento di cui al punto precedente.
1630.45 Kb