Cromo
< torna alla lista
FEDERAZIONE MODA ITALIA

25/01/2019

ECOMMERCE NELLA MODA: PRESENTATA LA GUIDA DELLA CCIAA MILANO NETCOMM E FEDERAZIONE MODA ITALIA

Il 22 gennaio 2019 si è svolto in CCIAA di Milano, con grande partecipazione e interesse, il convegno "Il settore Moda tra in store & online: sviluppo di buone prassi a tutela del consumatore e di una concorrenza leale", organizzato dalla Camera di Commercio di Milano, Monza Brianza, Lodi alla presenza di Netcomm e FEDERAZIONE MODA ITALIA, che hanno presentato la guida su "E-Commerce nella moda tra buone prassi e obblighi di legge".

Di seguito la sintesi di AFFARIITALIANI.IT:

Arriva la guida all'e-commerce nella moda: il vademecum elaborato e redatto dalla Camera di Commercio di Milano Monza Brianza Lodi con la collaborazione di Federazione Moda Italia– Confcommercio Imprese per l'Italia. Questa mattina in Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi presso Palazzo Turati, un workshop per offrire agli operatori del settore moda, in particolare dei settori tessile e calzature, un momento di aggiornamento e confronto sui principali obblighi normativi e sulle buone prassi esistenti per garantire anche con il commercio elettronico un mercato sicuro, trasparente e competitivo. Ha dichiarato Massimo Torti, segretario generale, Federazione Moda Italia – Confcommercio Imprese per l'Italia, presente all'evento: “Il 33% delle imprese del dettaglio moda ha un sito Internet e solo il 13,6% vende prodotti online. Questi numeri, da un lato, evidenziano il livello di approccio delle imprese del dettaglio moda all'online e, dall'altro, incoraggiano l'impegno costante di Federazione Moda Italia nell'azione di formazione e informazione volta a creare maggiore consapevolezza sulle opportunità offerte dal canale internet anche alle micro e piccole aziende. Un'opportunità che può essere utile, soprattutto in questa fase di cambiamento delle abitudini e attitudini di acquisto dei consumatori, per diversificare le strategie aziendali di comunicazione, servizi e vendita. Con la pubblicazione del volume “'E-commerce della Moda tra buone prassi e obblighi di legge”, realizzato dalla Camera di commercio e Netcomm con la fattiva collaborazione di Federazione Moda Italia su un tema di grande attualità per il fashion retail, si è voluto dare certezze alle aziende del settore Moda che già utilizzano il canale elettronico e a quelle che si approcciano per la prima volta al web per aprire uno shop online. Uno strumento utile per l'imprenditore che vuole innovarsi per provare ad uscire prima e meglio dalla crisi. In questo contesto, tuttavia, serve una regolamentazione del commercio elettronico con riguardo ai rapporti tra produttore, distributore e consumatore e l'introduzione di una web tax per i colossi dell'online, altrimenti più che di World Wide Web possiamo parlare di World Wild Web”. Le imprese che si accingono a intraprendere la vendita on-line troveranno nel vademecum una guida semplice ed immediata contenente gli elementi e le condizioni per poter gestire un sito di e-commerce nel settore moda, gli obblighi informativi del produttore e del distributore nei confronti del consumatore, gli errori più frequenti da evitare e le sanzioni in caso di violazione delle norme di legge, le clausole tipo della garanzia, del recesso e del reso per cambio merce corredate da “moduli tipo”, la tutela della proprietà intellettuale nelle vendite on line e una check list per autovalutare la propria condotta. Il volume contiene anche alcuni consigli pratici alle imprese di moda che riguardano l'etichettatura dei prodotti tessili e delle calzature. Ad esempio è importante sapere che il fabbricante, l'importatore o il distributore che non forniscano sui siti web le indicazioni relative alla composizione fibrosa e dei simboli delle calzature sono soggetti alla sanzione amministrativa pecuniaria compresa fra 1.500 euro e 20.000 euro.

CLICCA QUI per il video dell'evento.

2164.79 Kb
528.86 Kb