Cromo

FEDERAZIONE MODA ITALIA FERRARA

FEDERAZIONE MODA ITALIA FERRARA DETTAGLIO INGROSSO TESSILE ABBIGLIAMENTO CALZATURE PELLETTERIA ARTICOLI SPORTIVI ACCESSORI

PRESIDENTE: GIULIO FELLONI

C/O Confcommercio Ferrara

Via Baruffaldi 18

44100 Ferrara

NOTIZIE

Giulio Felloni


3 gennaio 2014 - "I saldi saranno una vera boccata d'ossigeno per i consumatori e per le famiglie in particolare che hanno trascorso un anno difficile e che dovranno affrontare purtroppo un gennaio pieno di tasse ed appuntamenti con il fisco e la miriade di bollette in arrivo. I saldi invernali quelli tradizionali appunto in partenza da sabato 4 gennaio saranno il vero appuntamento atteso con trepidazione da uomini e donne di tutte le età e potranno davvero rappresentare una interessante occasione, in particolare per le famiglie, soprattutto in vista del classico e sentito appuntamento dell'Epifania. Sarà un' occasione per fare shopping in centro storico a Ferrara e nei centri storici delle località del territorio provinciale coniugando qualità dei prodotto, servizio e prezzi da vero affare con sconti che partiranno almeno dal 30 %. Insomma anche un modo per visitare il cuore della città di Ferrara, magari utilizzando il servizio navetta Punta in Centro in collaborazione con il Comune, trovando le occasioni per un regalo utile o desiderato" auspica il presidente di Ascom provinciale Giulio Felloni. Partiranno appunto sabato 4 gennaio e proseguiranno per 60 giorni fino al 4 marzo i saldi invernali.  "Ricordo inoltre - spiega Felloni che è anche il presidente provinciale di Federazione Moda Italia - che  la recente approvazione di una specifica delibera regionale toglie ai commercianti l'obbligo di comunicare ai Comuni l'inizio dei saldi appunto da parte dei negozianti. Si tratta di un provvedimento di alleggerimento che come Federazione Moda Italia ed Ascom Ferrara abbiamo caldeggiato". La comunicazione, prima obbligatoria, era solo ormai un orpello inutile che appesantiva il carico burocratico di adempimenti, già estremamente gravoso, che devono essere svolti dai commercianti. "In questo momento complesso - conclude il presidente Felloni - è importante sostenere e facilitare in tutti i modi possibili la tenuta e lo sviluppo del Terziario - commercio, servizi e turismo - e l'abolizione di questa comunicazione è un piccolo segnale in questa direzione".

confcommercio ferrara federazione moda italia ferrara 6 febbraio 2013 giulio felloni massimo torti rita savigni

6 febbraio 2013 - "Un momento di dialogo e confronto importanti per analizzare la situazione ed individuare elementi per riprendere la via dello sviluppo. Il lavoro che stiamo svolgendo con il consiglio provinciale di Federazione Moda Italia composta da qualificati imprenditori commerciali vuole segnare una svolta nell'approccio al mercato. Questo momento complesso ha determinato un cambiamento epocale sia nelle vendite che nei consumi " commenta così il presidente provinciale di Federazione Moda Italia di Confcommercio Giulio Felloni e  presidente provinciale di Ascom - l'appuntamento che si è svolto nel pomeriggio odierno (6 febbraio) con il consiglio prima e l'assemblea poi degli operatori del Tessile Abbigliamento. Un occasione per commentare la situazione del settore attraverso l'intervento del segretario nazionale di Federazione Moda Italia (oltre 35mila aziende associate) Massimo Torti : "I consumi sono arretrati al livello di 15 anni fa mentre i redditi reali sono rimasti ancorati a livello di 27 anni fa. E sui saldi invernali il dato, nelle prime due settimane, è stato intorno ad un calo del 5%. Un panorama nel quale il sistema dell'Emilia Romagna è stabile. Una curiosità elettronica positiva: in dicembre 2012 il quadro delle vendite attraverso le carte di credito è aumentato dello 0,3 % (Fonte Osservatorio CartaSì) in Emilia Romagna. Una delle poche regioni in controtendenza insieme a Marche, Lombardia, Veneto e Trentino. Un quadro complesso ma la capacità e la professionalità degli operatori del tessile abbigliamento  e la loro capacità di adeguarsi alle sfide del mercato devono darci motivo di fiducia". La tenuta iniziale  della regione Emilia Romagna è stata confermata dalla segretaria regionale Rita Savigni che ha presentato i dati (sulle prime due settimane) dei saldi: "Oltre il 50 % degli operatori intervistati ha dichiarato che l'andamento è stato stabile con valore medio dello scontrino di poco superiore agli 80 €uro". Ed a Ferrara ? "I saldi invernali sono in linea con le medie regionali: è cambiato l'atteggiamento del consumatore che cerca in modo attento il prodotto importante  nel migliore rapporto qualità prezzo" annota il presidente Felloni.

29 gennaio 2013 - In occasione della Giornata di Mobilitazione Nazionale del 28 gennaio 2013, Federazione Moda Italia Ferrara, con tutte le Associazioni di categoria di Confcommercio Ferrara, ha aderito al '”coro” di Rete Imprese Italia per sensibilizzare i candidati al Parlamento verso i problemi delle imprese. E che, con una sola voce, chiedono un deciso cambio di direzione rispetto ai dettami della spending review dell’ultimo governo, responsabili secondo i loro studi di un calo di investimenti e consumi che rischia di condannare l’Italia a una recessione perenne. Per il Presidente di Federazione Moda Italia Ferrara e della Confcommercio Ferrara, Giulio Felloni: «È ora di mettere in chiaro quali sono le priorità di chi andrà al governo. Le piccole e medie imprese sono considerate da tutti i candidati un punto fermo dell’economia del paese. Ma se è così perché tutte le misure dell’ultimo anno e mezzo sono andate contro agli interessi delle Pmi? Noi non chiediamo assistenzialismo, ma di essere accompagnati in un percorso comune e che le istituzioni ascoltino la nostra voce. È indispensabile rilanciare i consumi, diminuire la pressione fiscale e permettere l’accesso al credito». Il Presidente Felloni ha convocato per il 6 febbraio 2013, presso l’Ascom Ferrara, il Consiglio del sindacato tessile, abbigliamento, calzature della provincia di Ferrara aderente a Federazione Moda Italia, con l’obiettivo, tra l’altro, di fare il punto sull’andamento dei saldi invernali e discutere le linee dell’attività sindacale, lo sviluppo ed il programma 2013 dell’Associazione.

18 dicembre 2012 - Si è tenuto presso la sede dell’Istituto tecnico statale “Flli Navarra” a Malborghetto di Boara il convegno “Abusivismo e contraffazione falsano la competitività tra le imprese” organizzato da Ascom Confcommercio Ferrara e Confagricoltura con l’obiettivo di dare un’informazione congiunta per battere il fenomeno della contraffazione. Il binomio informazione e prevenzione ha caratterizzato l’evento aperto con i saluti della dirigente scolastica Roberta Monti, del presidente della Fondazione Navarra Pier Carlo Scaramagli (e vicepresidente di Confagricoltura) e del presidente della Camera di Commercio Carlo Alberto Roncarati, cui sono seguiti gli interventi del Presidente provinciale Ascom Confcommercio Ferrara, Giulio Felloni, e del Presidente di Confagricoltura Ferrara, Nicola Gherardi Per il Presidente di Confcommercio Ferrara e di Federazione Moda Italia Ferrara, Giulio Felloni: «Il nostro lavoro quotidiano sulla valorizzazione del prodotto autentico, originale è da sempre un nostro punto focale. Partiamo dalla constatazione che sopratutto nel nostro territorio ed in particolare sulla costa nei mesi estivi esiste il fenomeno delle vendita di prodotti contraffatti. È necessario dunque raccordarsi con le Istituzioni pubbliche per combattere questo fenomeno criminoso. Per parte nostra la sensibilizzazione è un momento fondamentale. Ricordo anche la nostra partecipazione all’iniziativa congiunta “Un mare di legalità” d’intesa con la Prefettura. Questo convegno è un ulteriore tassello di una campagna mediatica ad hoc messa in onda proprio l’estate scorsa e che intendiamo riproporre a breve». Le iniziative riguardano una serie di spot televisivi interpretati dall’attore ferrarese Paolo Franceschini (colonna dello spettacolo teatrale Made in Fe) sulla difesa e sulla valorizzazione del prodotto tipico ed
autentico (alimentare e tessile abbigliamento) e della ospitalità “certificata” (pubblici esercizi di qualità).

GIULIO FELLONI NUOVO PRESIDENTE FEDERAZIONE MODA ITALIA FERRARA BERTELLI E TREVISANI VICE PRESIDENTI ELETTO NUOVO CONSIGLIO

26 novembre 2012 - Nel corso dell'Assemblea di Federazione Moda Italia Ferrara del 26 novembre 2012, Giulio Felloni è stato eletto all'unanimità Presidente di Federazione Moda Italia di Ferrara. Il Presidente Felloni è un noto imprenditore del settore dell'abbigliamento, tessuti, accessori e delle calzature ed anche Presidente provinciale di Ascom Confcommercio Ferrara (è stato eletto a giugno scorso). Contestualmente all'elezione del nuovoPresidente è stato rinnovato il consiglio che affiancherà Felloni per il prossimo quinquennio e che risulta così composto: Andrea Andreasi (Ferrara- abbigliamento, calzature), Paola Bertelli (Vice Presidente - Copparo - abbigliamento sportivo, calzature), Stefano Fiocchi (Cento - abbigliamento, accessori, calzature), Corrado Frigeri (Ferrara - abbigliamento, accessori), Antonella Gentili (Comacchio - abbigliamento, accessori, calzature), Graziella Gobbetti (Ferrara - abiti da cerimonia), Davide Trevisani (Vice Presidente - Ferrara - abbigliamento, accessori, calzature). In occasione dell'elezione, il neo-Presidente di Federazione Moda Italia Ferrara, Giulio Felloni, ha affermato: «Il mio impegno è quello di creare le condizioni per fare sempre più sistema all'interno di Confcommercio e creare le basi per una sempre maggiore fruibilità ed apertura dei centri storici, oltre che la valorizzazione delle attività periferiche altrettanto importanti. Impegni che sono realizzabili solo grazie ad un consiglio, come questo, determinato e motivato rappresentativo dell'intero territorio provinciale e dei diversi settori della moda». Al Presidente Felloni, ai Vice Presidenti, Bertelli e Trevisani ed al neo Consiglio di Ferrara vanno gli auguri di buon lavoro del Presidente di Federazione Moda Italia, Renato Borghi, unitamente a tutto il Consiglio Nazionale.

29 giugno 2012 - Giulio Felloni, Presidente di Federazione Moda Italia Ferrara, dopo un percorso di rinnovamento frutto del lavoro del commissario Mauro Spinelli arrivato a febbraio del 2011. torna alla guida dell’Ascom di Ferrara, che conta quasi tremila soci. Il neo Presidente Felloni nel ringraziare per la fiducia accordata, ha riferito: «Come neo presidente mi metto a disposizione della nostra prestigiosa associazione che in questo momento complesso, causato dalla pesante crisi economica e dal terremoto con tutto quanto ne è seguito, si metterà con ulteriore forza e determinazione a servizio dei propri associati. In questo momento è fondamentale fare gioco di squadra tra le diverse componenti sindacali e sul territorio. Il mio obiettivo è di dare una rappresentatività ancora più forte ed incisiva nei confronti delle istituzioni, degli amministratori pubblici e del mondo economico. Personalmente metterò a servizio di Ascom Confcommercio il mio entusiasmo e la mia esperienza. Il mio sarà un impegno civile e professionale, insomma utilizzando lo slogan di questi giorni è necessario essere insieme per ripartire». A rappresentare la Confcommercio Nazionale è intervenuto il vicepresidente Renato Borghi che ha riferito: «Sono qui per fare i complementi più entusiasti a Giulio Felloni, da sempre uomo d’associazione, al quale mi lega sincera amicizia e profonda stima come collega». Sul sito di Federazione Moda Italia l’elenco degli eletti. Consiglio provinciale: Valeria Alessandri, Andrea Andreasi, Marco Antonio Amelio, Stefano Arveda, Alessandro Benasciutti, Paola Bertelli, Fiorenza Bignozzi, Massimo Biolcatti, Elisa Bolognesi, Mauro Bondanini, Gianfranco Cariani, Nicola Castaldi, Marco Cattabriga, Massimo Cestari, Maria Paola Gallanti, Alessandro Ghidoni, Marco Morselli, Matteo Musacci, Romano Perdonati, Marco Romeo, Roberto Sangiorgi, Teresa Schiappelli, Nazzareno Spagoni, Gianfranco Vitali e Roberto Vitali. Collegio dei revisori dei conti: Michele Grillanda, Cesare Mattei e Federico Saini come membri effettivi; Simona Gironi e Elena Permunian come supplenti. Collegio dei probiviri: Riccardo Caniato, Gian Pietro Dall’Ara e Mauro Spinelli, componenti effettivi. I supplenti sono Maddalena Tamburini e Alessandra Tuffanelli.

25 maggio 2012 - A seguito del terremoto del 20 maggio, la Confcommercio Ferrara ha espresso tutta la propria partecipazione a coloro che sono stati toccati dalla violenza del sisma ed in particolare ai famigliari delle vittime. Come Associazione si è attivata per predisporre un piano articolato di controlli con gli appositi organismi tecnici per le opportune verifiche degli esercizi commerciali della provincia nelle aree più duramente colpite, istituendo un’unità di crisi. A causa della calamità le sedi Ascom Confcommercio dei comuni di Cento e Bondeno rimarranno chiuse fino al rientro dell'emergenza. È messo a disposizione da parte di tutti gli operatori un indirizzo e-mail direzione@ascomfe.it per le emergenze riguardanti quesiti tecnici ed è stato attivato un numero telefonico di emergenza (348.2573548) per avere un filo diretto con quelle attività commerciali che abbiano avuto problemi dopo questo disastro. In proposito il direttore di Ascom Confcommercio di Ferrara, Davide Urban riferisce: «Abbiamo sollecitato la Regione Emilia Romagna perché intervenga presso le sedi competenti, attraverso l'iter di urgenza già tempestivamente avviato, al fine di ottenere una moratoria degli adempimenti fiscali, tributari e contributivi, a partire dall'Imu, oltre alla sospensione o all'eventuale revisione degli studi di settore e all'attivazione urgente e straordinaria degli ammortizzatori sociali per il sostegno al reddito dei lavoratori sospesi per i danni causati dal sisma. Contestualmente, al fine di assicurare un supporto concreto ai nostri operatori è stato immediatamente predisposto uno strumento finanziario di sostegno straordinario alle imprese attraverso il Consorzio Cofiter, per consentire di riprendere nel più breve tempo possibile le attività e sostenere così il riavvio dell'economia nelle zone colpite».