Cromo

FEDERAZIONE MODA ITALIA PADOVA

PRESIDENTE DETTAGLIO INGROSSO TESSILE ABBIGLIAMENTO: RICCARDO CAPITANIO

PRESIDENTE ARTICOLI SPORTIVI: SERGIO GIORDANI

P.zza Bardella 3

35131 Padova

NOTIZIE

20 agosto 2013 - Su Il Gazzettino, il Presidente di Federazione Moda Italia Padova, Franco Pasqualetti, ha commentato il bilancio per nulla lusinghiero dei saldi estivi, giunti in Veneto quasi al termine, con un 60% degli esercizi commerciali del settore abbigliamento – calzature che ha dichiarato un andamento negativo delle vendite a fronte di un 5% positivo e di un 35% stabile, rispetto al 2012: «I saldi rappresentano esattamente la situazione nella quale versano le famiglie padovane; i soldi sono pochi e, di fronte a spese non rinviabili (si pensi solo alle bollette), si taglia sull'abbigliamento, anche in saldo». Significativo è poi il dato relativo alla tempistica dei saldi che conferma come la ricerca dello “sconto sullo sconto”, che avviene dopo un po' di tempo dall'avvio delle vendite di fine stagione, cancelli la convinzione radicata che le vendite maggiori si concentrino il primo giorno dei saldi.

21 dicembre 2012 - Sul tema contraffazione, Confcommercio Padova ha in programma per il 16 gennaio 2013, presso la Sala Palladin del Comune di Padova - Palazzo Moroni - Via del Municipio 1, un importante evento-tavola rotonda che vedrà tra i relatori il Presidente Nazionale di Confcommercio Imprese per l’Italia, Carlo Sangalli e l'autore de "Il Libro nero della contraffazione", Antonio Selvatici, il cui lavoro è stato recentemente presentato anche a Strasburgo.

12 dicembre 2012 - A fronte della certa anarchia commerciale, contabile e fiscale che regna all’interno dei capannoni del Centro Ingrosso Cina di Padova, il Presidente di Confcommercio Padova, Fernando Zilio, importante imprenditore del settore ingrosso moda, ha lanciato un grido d’allarme in un servizio di “Striscia la Notizia” del 12 dicembre 2012: «È una cittadella della totale illegalità. Lo dimostrano i sequestri della Guardia di Finanza di prodotti che, analizzati, spesso fanno male alla salute. Non si fanno fatture o se ne fanno poche; nessuno scontrino fiscale. Una totale evasione per milioni di euro che pesa sul settore commerciale in generale». Nel servizio, Moreno Morello conferma con video-riprese l’anarchia commerciale in quanto si potrebbe vendere solo all’ingrosso, ma in realtà si fanno acquisti al dettaglio, senza fatture né scontrini. Le Forze dell’Ordine intervengono ma dal giorno successivo tutto ritorna come prima.