Cromo

FEDERAZIONE MODA ITALIA TRENTO

FEDERAZIONE MODA ITALIA TRENTO DETTAGLIO INGROSSO TESSILE ABBIGLIAMENTO CALZATURE PELLETTERIA ARTICOLI SPORTIVI ACCESSORI

PRESIDENTE: GIOVANNI GRAVANTE

C/O Confcommercio Trento

Via Solteri 38

38100 Trento

NOTIZIE

14 novembre 2012 - Su invito dell'Unione Gruppo Consiliare Comunale di Trento, il Presidente di Federazione Moda Italia Trento, Gianni Gravante, ha partecipato ad un primo incontro avente lo scopo d'istituire un "Gruppo di lavoro permanente" utile al comparto economico della città capoluogo. Scopo del tavolo sarà quello di individuare le azioni da intraprendere per il rilancio delle attività commerciali fortemente penalizzate della crisi economica che, seppure contenuta rispetto al resto del Paese, manifesta segnali di perdurata preoccupazione. L'obiettivo è quello di un coinvolgimento delle  Istituzioni pubbliche/private affinché possano cooperare in simbiosi per contribuire allo sviluppo delle attività anche attraverso:
-  iniziative economiche
- snellimento burocratico
- osservatorio del mutamento dei flussi urbani,  sub-urbani
- sicurezza e legalità
- negozi sfitti, prevenire, vietando le forme di vendite aggressive come i temporary shop ( ancora  assenti  a Trento )
- arredo urbano, plateatici, fiere e mercati.

3 novembre 2012 - Il Presidente di Federazione Moda Italia Trento, Gianni Gravante, ha partecipato come ospite di un’emittente del Trentino Alto Adige sul tema dell’uso della moneta elettronica in alternativa al contante e sui  recenti provvedimenti del Governo sulla tracciabilità dei pagamenti per combattere l’evasione fiscale, ribadendo l’impegno della Confcommercio contro l’evasione e la criminalità ed affermando: «Mi auguro per questo che venga accantonato il luogo comune che vede in ogni commerciante un potenziale evasore. Le grandi evasioni, quelle che fanno male al nostro Paese, vanno individuate e combattute in altri settori, continuare a demonizzare solo ed esclusivamente il commercio è cattiva informazione. Quanto all'utilizzo delle carte elettroniche, in sostituzione della  moneta, è ormai una realtà dalla quale non si può e non si potrà prescindere. La civiltà dei consumi bussa alle porte ed adeguarsi sarà quantomeno necessario. Nessuna contrarietà, quindi, a patto che gli istituti bancari non  riversino sulle aziende i costi che ne conseguiranno, non solo, ma vista la esponenziale diffusione dei bancomat e carte di credito è necessario rivedere i costi delle commissioni al ribasso per non penalizzare ulteriormente i bilanci aziendali».

20 ottobre 2012 - I professionisti come i primi garanti sul territorio contro la corruzione. In un momento in cui il tema della trasparenza è al centro del dibattito con il disegno di legge sulla legalità in discussione alla Camera, Confcommercio del Trentino ragiona sui metodi di lotta a frodi e contraffazioni. Il primo passo del percorso è stato mosso il 20 ottobre nella cornice del Festival delle professioni. La serietà dei professionisti è stata presentata come uno strumento per combattere l’illegalità. «I professionisti sono delle piccole authority e degli agenti di profusione di trasparenza contro la corruzione», ha affermato Paolo Bertaccini, coordinatore del premio Giorgio Ambrosoli. Il presidente di Federazione Moda Italia Trento e Vice Presidente della Federazione nazionale, Gianni Gravante ha lanciato un appello ai rappresentanti dei diversi Ordini: «Vorremmo inserire nel Festival dell’economia un evento dal quale emergano i nomi dei candidati per la premiazione. Invitiamo i professionisti, che in Trentino diversamente da altrove rappresentano la serietà, a esprimere dei nomi esemplari che condividano la trasparenza di cui è stato esempio Ambrosoli». Il confronto è stato pure occasione per presentare l'iniziativa Green Clean Market (http://www.greenclean-market.org/) volta a evitare che la corruzione intacchi il mondo della green economy.

 

30 agosto 2012 - Intervenuto sul TG3 del Trentino del 20 agosto 2012 sull’aumento dei negozi sfitti, il Presidente di Federazione Moda Italia Trento, Gianni Gravante è stato intervistato da Il Corriere del Trentino del 23 agosto 2012, sulla situazione delle vendite nei saldi estivi: «Le svendite estive in provincia fanno registrare il 6% in meno rispetto a quelle dello scorso anno. Il centro studi nazionale di Confcommercio aveva già previsto un calo rispetto al 2011, ma ad aggravare la situazione sarebbe stata l’ondata di caldo di questi giorni. Quello climatico si sta rivelando un grosso problema, un problema inusuale a queste latitudini. Anche in Trentino ci aspettavamo perdite legate alla fase di recessione, ma a peggiorare il quadro è stato senza dubbio il caldo: il turista si muove quando il tempo è brutto, e con queste temperature non ci si allontana facilmente dal lago o dalla montagna. Quel plus di clientela legato al turismo non è certo incoraggiato a recarsi in città. Pur avendo il Trentino una situazione pesante, che fa registrare un - 6% rispetto al 2011, altre regioni, come ad esempio le vicine Lombardia e Veneto, stanno soffrendo di più. La media nazionale, poi, si attesta su perdite del 13-14% rispetto ai saldi della scorsa estate. La tenuta maggiore è stata registrata nel comparto calzaturiero, che più degli altri risente della moda e delle nuove idee che vengono lanciate sul mercato. La scarpa, poi, è legata particolarmente alla personalità della donna. Rispetto al passato la gente vuole sentirsi più libera e comoda, e preferisce acquistare capi "casual" anziché classici».

24 luglio 2012 - Gianni Gravante, Presidente di Federazione Moda Italia Trento e Vice Presidente di Federazione Moda Italia, è entrato a far parte della “Commissione Straordinaria per la verifica dell' andamento generale dei prezzi al consumo e per il controllo della trasparenza dei mercati del Senato della Repubblica Italiana”. Gravante già impegnato presso la Commissione Anticontraffazione della Camera dei Deputati si è detto onorato di poter collaborare con le Istituzioni nell’interesse delle imprese rappresentate dalla Confcommercio. Al Vice Presidente Gravante, il Presidente di Federazione Moda Italia, Renato Borghi, esprime le proprie congratulazioni anche a nome del Consiglio della Federazione, augurandogli buon lavoro nella convinzione di poter contribuire a valorizzare il comparto rappresentato in quell’autorevole contesto istituzionale.

23 luglio 2012 - A fronte della crescente escalation di fenomeni di criminalità a Trento, il Presidente di Federazione Moda Italia Trento e Vice Presidente della Commissione sicurezza e legalità di Confcommercio Giovanni Gravante, ha stigmatizzato su "l'Adige" e su “Trentino Libero” gli episodi che stanno turbando la tranquillità della città di Trento, creando disagi ai cittadini ed alle imprese, con gruppi armati che si fronteggiano nelle vie cittadine, scontri a ripetizione e una città in ostaggio. Il Trentino del 23 luglio 2012, riporta che in tanti anni, da quell’osservatorio particolare che è la vetrina del suo negozio affacciata su piazza Dante, Gianni Gravante, Presidente di Federazione Moda Italia Trento, ne ha viste davvero di tutti i colori. E non ha mai mancato di denunciare il degrado dell’area: «Ma una scena di violenza del genere, davvero, non me la sarei mai aspettata. Una violenza così inaudita non mi era mai capitato di vederla. Un centinaio di stranieri di varie nazionalità si sono affrontati con bastoni, coltelli, bottiglie, pietre, insomma tutto quel che poteva servire per la guerriglia. Altro termine in questo momento non mi sovviene. Si è proprio una guerriglia. Trento non era avvezza a tutto ciò, ma dato il ripetersi di questa violenza viene da chiedersi, perché tutto questo? Mi riesce persino difficile darmi una risposta, è evidente che qualche cosa non va, e bisogna correre ai ripari. La zona in queste ore è praticamente e drammaticamente impraticabile.  I pochi avventori del Parco sono stati costretti a trovare rifugio nei locali adiacenti per sottrarsi a questi scalmanati che colpivano in ogni dove. Come responsabile della Commissione Sicurezza e Legalità di Confcommercio denuncerò l’accaduto nelle sedi Istituzionali deputate a mettere fine a questo continuo stillicidio di criminalità non più tollerabile a Trento».

6 luglio 2012 - La rivoluzione del commercio a Trento può attendere. La delibera con cui la Giunta comunale vuole recepire le liberalizzazioni domenicali dei negozi, infatti, si incaglia al primo passaggio istituzionale. Con queste parole, l’Adige ha segnato la vittoria dell’Associazione al mantenimento dello status quo ante. Sul tema, il Presidente di Federazione Moda Italia Trento, Gianni Gravante, aveva inviato una lettera aperta all’Assessore del Comune di Trento Condini che aveva proposto la liberalizzazione degli orari, pubblicata dal quotidiano il 24 giugno scorso. Per il Presidente di Federazione Moda Italia Trento, Gianni Gravante: «In merito alle aperture domenicali, come Lei sostiene, Trento non ha perso l’occasione di entrare nella storia, Semmai è probabile che vi entri, ma solo per aver disatteso le direttive nazionali e le spinte liberiste del governo tecnico di Monti. Questo sì che vi entrerà, specie per le liberalizzazioni a senso unico. Le insostenibili aperture domenicali non aiuteranno l’economia. Non si fidi di chi ne vuol fare una battaglia di posizione. Conosco bene la GDO (grande distribuzione) vi ho lavorato per oltre un quarto di secolo. Acquisire fette di mercato a scapito del commercio tradizionale è il loro obiettivo. Il profitto innanzitutto, il resto non conta. Per fortuna il piccolo commercio, anche se in sofferenza, regge ancora. La ricchezza di una società non può basarsi solo sui fatturati. La crisi che sta attraversando il nostro Paese e tutta l’Europa sarà endemica. Non è passeggera. La società sta cambiando rapidamente. È conscia dei danni che la globalizzazione sta creando perciò vuole riprendersi il ruolo che le compete. Il consumismo a tutti i costi è andato in soffitta. Tra i tanti problemi di cui dovremo occuparci in futuro, le aperture domenicali possono aspettare tempi migliori».

16 giugno 2012 - Si è svolto un incontro fra il Presidente di Federazione Moda Italia Trentino, Gianni Gravante ed il direttore del C.M.C. (Centro Moda Canossa), dott. Alberto Garniga per approfondire la possibilità di instaurare rapporti di collaborazione con la nostra Federazione per lo sviluppo di idee ai fini di un coinvolgimento che, oltre agli industriali e artigiani, comprenda anche la filiera della distribuzione sia ingrosso che dettaglio. L’Istituto, all’avanguardia nel settore della moda, cura – durante il percorso formativo di quattro anni – la preparazione degli studenti che intendono investire il loro futuro nel mondo della Moda, contribuendo così a far emergere nuovi talenti. La scuola, recentemente ristrutturata, dispone di spazi modernamente arredati ricavati da un antico convento, proprio nel cuore della città di Trento ed è dotata delle più moderne attrezzature con laboratori per lo studio, la progettazione e la realizzazione dei capi, frutto delle idee di giovani studenti. A conclusione dei corsi annuali, poi, i lavori vengono portati all’attenzione della stampa e del grande pubblico con delle passerelle (curate direttamente dalla scuola) molto partecipate con un successo in costante incremento. Il direttore dell’istituto, dott. Garniga, durante il colloquio, si è detto molto interessato ad un rapporto di collaborazione ed ha manifestato la disponibilità ad ospitare una riunione della Federazione per far conoscere la realtà dell' Istituto.

8 maggio 2012 - Si è riunito il direttivo di Federazione Moda Italia Trento sull’attuale crisi del settore moda e sulla programmazione degli eventi sindacali. Il Presidente di Federazione Moda Italia Trento, Gianni Gravante, dopo aver illustrato le iniziative avviate dalla Federazione, con le newsletter e le periodiche indagini che stanno ottenendo un notevole successo nel nostro sistema sindacale, ha effettuato un aggiornamento sui recenti impegni Istituzionali che lo hanno visto in prima linea sul tema della lotta alla contraffazione. Nell’apprezzare lo strumento conoscitivo dell’indagine sul “sentiment” e sulle tendenze degli acquisti nel settore moda, il direttivo ha effettuato un confronto dei dati con la realtà trentina, suggerendo la necessità di approfondire i dati di altri settori per capirne le dinamiche. Il Presidente Gravante si è detto disponibile portare la proposta alla Federazione. Il vice presidente, Mario Ramonda, è stato delegato alla programmazione di incontri bilaterali con i colleghi austriaci per uno scambio di esperienze.

13 aprile 2012 - Si è tenuto al Centro Congressi della Camera di Commercio di Perugia il convegno regionale sulla lotta ad abusivismo e contraffazione dal titolo “I prodotti falsi fanno danni veri” organizzato dalle Associazioni imprenditoriali umbre. Nel corso dell'incontro, al quale ha partecipato anche il Presidente di Federazione Moda Italia Perugia, Carlo Petrini, è intervenuto tra i relatori il coordinatore della Commissione Consultiva Tematica “Moda-tessile-accessori” del Consiglio Nazionale Anticontraffazione (CNAC), Gianni Gravante. Nell’intervento il Presidente Gravante ha sottolineato i rischi e le illegalità che si celano dietro il mondo oscuro dei prodotti contraffatti alimentati dalla criminalità organizzata: «Occorre combattere la contraffazione con la collaborazione di tutti gli attori chiamati in causa per annullare gli effetti del binomio domanda/offerta illegale, ponendo in primo piano la difesa della salute del consumatore, il contrasto allo sfruttamento del lavoro nero, le ripercussioni sulla collettività create dal danno economico alle imprese, dalla concorrenza sleale e dall'evasione fiscale». Pathos e commozione fra i convenuti infine quando, denunciando lo sfruttamento del lavoro minorile, Gianni Gravante ha letto le note di un bimbo, certo Said, sfruttato e schiavizzato dai falsari di palloni di cuoio contraffatti.

9 marzo 2012 - Il quotidiano Trentino Magazine ha segnalato due appuntamenti del Presidente di Federazione Moda Italia Trento, Gianni Gravante, che ha partecipato lunedì 5 marzo, nella sua veste di vice presidente della Commissione Sicurezza Legalità di Confcommercio, alla riunione della Commissione, convocata, dal presidente Luca Squeri presso la sede di Confcommercio di Milano, per programmare i prossimi impegni scaturiti alla luce del protocollo d'intesa per la Sicurezza e Legalità con il Ministro dell' Interno del 26 ottobre 2011. A seguire, la Commissione ha partecipato alla prima edizione del “Premio Giorgio Ambrosoli” organizzata dalla Transparency International Italia, in collaborazione con la famiglia, sotto l'Alto Patrocinio del Presidente della Repubblica, della Camera di Commercio di Milano ed il sostegno di Comfcommercio - Imprese per l'Italia. Il Presidente Gravante ha inoltre partecipato, in veste di relatore e delegato per la lotta alla contraffazione di Confcommercio, al terzo Forum Nazionale della Federazione Erboristi e Federsalute di Confcommercio. L'evento dal titolo "Proteggiamo i Botanicals" è stato organizzato il 29 febbraio scorso in collaborazione con il Dipartimento di Biologia Ambientale dell' Università La Sapienza.