Cromo

FEDERAZIONE MODA ITALIA VARESE

FEDERAZIONE MODA ITALIA VARESE DETTAGLIO INGROSSO TESSILE ABBIGLIAMENTO CALZATURE PELLETTERIA ARTICOLI SPORTIVI ACCESSORI

PRESIDENTE: GIORGIO ANGELUCCI

C/O Confcommercio Varese

Via Valle Venosta 4

21100 Varese

NOTIZIE

27 agosto 2013 - Il Presidente di Federazione Moda Italia Varese e di Confcommercio Varese, Giorgio Angelucci, è intervenuto su La Provincia di Varese sul flop dei saldi nella provincia di Varese: «Il sentore è negativo. Cifre precise ancora non se ne hanno, ma se nel mese di luglio il calo delle vendite è stato intorno al 10%, è possibile che l'agosto nero abbia alzato ancora di più la percentuale. I commercianti hanno lavorato per i primi dieci giorni e poi c'è stato un blackout completo. La città si è svuotata e il commercio si è fermato. La crisi non ha solo diminuito la disponibilità economica dei consumatori, ma ha influito anche sul loro comportamento d'acquisto. Sono cambiate le abitudini dei clienti che non fanno più la fila davanti ai negozi delle griffe per acquistare i capi firmati a prezzi scontati, ma si rivolgono ai megastore a buon mercato. Hanno “beneficiato” dei saldi quindi, i negozi (prevalentemente franchising) che tengono i capi nelle fasce di prezzo medio-basse e low cost. E non acquistano più “al primo colpo”, ma confrontano le varie offerte prima di comprare. A meno che non si tratti dei figli. L'attenzione alle spese svanisce davanti alle richieste di avere i capi e accessori “alla moda”. L'unico settore che non ha subito particolari ricadute è quello legato alla moda giovani».

27 luglio 2012 - A seguito del recente incontro con i fiduciari della categoria abbigliamento e calzature per fare il punto della situazione, il Direttore di Ascom Busto Arsizio e Valle Olona, Francesco Dallo ha fatto il punto sui saldi su La Provincia di Varese: «Il trend è negativo ed è in linea con l’andamento nazionale. Gli esercenti di Busto hanno registrato nella stagione dei saldi una flessione del 20% rispetto allo scorso anno. Il commercio è in sofferenza ma ci sono spiragli di speranza». Se la stagione dei saldi non è iniziata per il meglio, hanno riscosso successo le promozioni che hanno preceduto gli sconti estivi. Per il primo anno la Regione ha sospeso il provvedimento che imponeva l’interruzione di ogni forma di promozione il mese prima della partenza dei saldi. Così, approfittando della liberalizzazione, l’Ascom ha promosso una sorta di sigillo per garantire ulteriormente le promozioni su capi di abbigliamento e calzature della nuova stagione. Marchio che è stato adottato da un buon numero di attività. Per Francesco Dallo: «Queste promozioni garantite, con sconti del 20-30% sulle nuove linee, hanno movimentato il commercio in crisi. Solitamente il mese che precede i saldi è un periodo morto per i negozianti. In questo modo hanno lavorato con buoni riscontri».

1 giugno 2012 - Dopo l’approvazione da parte della Commissione Consiliare Attività Produttive di Regione Lombardia del Progetto di Legge sulla sospensione del divieto di vendite promozionali nei 30 giorni precedenti ai saldi, gli operatori del dettaglio moda, abbigliamento, calzature, pelletteria, tessuti per la casa e articoli sportivi della Provincia di Varese attendono la discussione in Consiglio regionale della Lombardia, prevista per la prossima settimana, per aver la possibilità di effettuare ribassi sui prezzi di vendita, anche nel mese antecedente le date dei saldi quest’anno calendarizzati al 7 luglio. Ma attenzione, non si tratta di saldi. Per il Presidente di Confcommercio Varese e di Federazione Moda Italia Varese, Giorgio Angelucci: «I saldi partiranno, come sempre, il 7 luglio e il 7 gennaio e possono essere definiti una svendita delle giacenze. Quando parliamo di promozioni ci riferiamo a uno sconto del 15-20% per il lancio della nuova merce: non tutti i prodotti saranno soggetti a sconti, solo una parte di assortimento. Questa proposta di legge è una manovra d'emergenza, presa in un momento d'emergenza, che potrebbe risvegliare il mercato e permette ai commercianti di trovarsi sullo stesso piano dei grandi magazzini e delle grosse catene che, grazie alla tessera "fidelity", potevano effettuare sconti anche a ridosso dei saldi». La primavera a Varese è stata un disastro. Il maltempo, abbinato alle difficoltà economiche, hanno fatto sì che il fatturato del settore moda calasse del 20-25% rispetto agli anni precedenti. La bastonata, per i commercianti, è stata terribile. «I mesi di aprile e maggio - continua Angelucci - sono per noi i più significativi».

FEDERAZIONE MODA ITALIA FedermodaVarese 21 maggio 2012, presso la sede dell’Ascom di Varese, un workshop dal titolo “Io esco dalla crisi”

3 maggio 2012 - FedermodaVarese organizza per il 21 maggio 2012, presso la sede dell’Ascom di Varese, un workshop dal titolo “Io esco dalla crisi” con l’obiettivo di aiutare le imprese operanti nel settore moda a comprendere le ragioni della crisi e mettere in campo le migliori strategie per affrontarla. L’incontro sarà l’occasione per presentare i nuovi servizi “anti-crisi” che FedermodaVarese mette a disposizione degli associati. Si tratta di un workshop dedicato ad un servizio innovativo orientato a favorire le imprese del settore moda per migliorare la propria crescita e competitività in un momento in cui l’economia sembra non garantire più gli standard di sviluppo cui eravamo abituati.